FANDOM


[DOMANDA 7]
Enhanced-14350-1416270133-8

Queste sono le spese a carico del conducente per gli uberisti:

  • pedaggi;
  • noleggio dell'auto (se non si possiede l'auto);
  • pagamenti per la gestione dell'auto (per chi e` proprietario del veicolo);
  • assicurazione;
  • carburante;
  • manutenzione generale (olio, lavaggi, quant'altro).


Per quanto riguarda i taxi ordinari queste sono le spese:

  • licensa;
  • tassametro;
  • auto (va comprata, non noleggiata);
  • manutenzione generale;
  • carburante;
  • assicurazione;
  • pubblicita` e abbonamento a Radiotaxi;

Le licenze, stabilite dal comune in misura fissa hanno costi molto elevati, dai 150mila ai 300mila euro in Italia. A New York arriva a 450mila dollari.[1]Una volta andato in pensione il tassista puo` vendere la propria licensa.

La Cooperativa Taxi ha delle convenzioni che permettono di risparmiare il 15% sui ricambi per il veicolo.


S211897polito (discussioni) 20:38, mag 19, 2015 (UTC)


Il tassista, in media, deve sostituire il proprio mezzo ogni 5-6 anni. I tassisti hanno diritto infatti a beneficiare non solo di specifici finanziamenti Artigiancassa a tasso agevolato ma anche di sconti sul listino e incentivi comunali nel caso di acquisto di auto ecologiche. Ci sono poi: i costi del carburante, l’assicurazione dell’autovettura, il bollo di circolazione (sul quale i tassisti hanno però diritto ad uno sconto del 75%), i costi della manutenzione del veicolo (che deve essere sottoposto annualmente al collaudo da parte della Motorizzazione Civile). Infine, l’insegna luminosa (da applicare sul tetto del taxi) e le etichette autoadesive (da apporre su fiancate e cofano posteriore) costano complessivamente 250 euro circa, mentre il tassametro ha un costo di 300-500 euro. L’attrezzatura (facoltativa) per sintonizzarsi con il radiotaxi costa all’incirca mille euro, cui vanno però aggiunte le spese di installazione e di collaudo (200 euro circa). [Fonte: http://www.jobtel.it/tassista/]


S213953 Stevenloca (Contributi14:57, 30 mag, 2015 (UTC)